Saturday, 15 December 2012

Japo records. Le origini della ECM




Da qualche anno ho scoperto la Japo Records etichetta che è nata parallelamente alla mitica label ECM.
La sua produzione è stata realizzata tra il 1970 e il 1985 per un totale di 41 lavori che vanno dal Jazz, alla Fusion, al Free Jazz con anche qualche 'puntatina' nella Sperimentazione sempre nell'ambito dei generi sopra citati.
Al seguente link una lista completa dei titoli prodotti
http://trovar.com/ECM/JAPO.php

Tra questi eccone alcuni che ho trovato e che reputo molto interessanti nell'ambito del 'Jazz Improvised'
- ENDGAME di Barry Guy, Howard Riley, John Stevens, Trevor Watts (JAPO 60028)
- PARODOX di TOK  (JAPO 60029)
- OUT PATIENTS di Tom van der Geld  (JAPO 60035)

Saturday, 8 December 2012

Impressioni ascoltando lo Uesugi 5L (versione OLD)


Lo capisci immediatamente, quando inserendo un nuovo componente nel tuo impianto, il risultato ti sorprende e ti lascia soddisfatto (cosa che per quello che mi riguarda non succede con molta frequenza). Questa è stata la cosa che ho pensato inserendo questo step-up nel mio sistema.


Lo Uesugi 5L si distingue sicuramente per una grande capacità di restituire il messaggio sonoro con una  ottima 'Trasparenza' ed un grande 'Dettaglio' mantenendo anche molta dolcezza, cosa quest'ultima, che mi ha sorpreso in quanto il mio timore era invece che queste caratteristiche insieme potessero esercitare una certa 'freddezza'. Mi sbagliavo. Un'altra punto di forza dello Uesugi 5L è sicuramente la 'Dinamica' veramente ottima. 

Il 5L lo stò provando con una Lyra Helikon. E' una testina veloce, molto precisa, grande dettaglio e ottima ricostruzione della scena con anche un'ottima articolazione delle basse frequenze. E' una testina non tra le mie favorite, in quanto secondo me gli manca una certa 'emozionalità' nel proporre musica. Ma devo dire che l'abbinata con lo step-up Uesugi è veramente molto soddisfacente!

Considero lo Uesugi 5L un gran bel oggetto per ascoltare Musica.    

Aggiornamento (18/05/2013)
Al link seguente delle belle immagini che riguardano un piccolo upgrade allo step-up in questione per l'utilizzo con una Ortofon SPU. (Notare la sigla degli step-up MC-T3 chissa quale sia la provenienza, avevo sentito parlare che potessero essere dei Tamura? )
http://audiooyazi.exblog.jp/18266558/

Aggiornamento (15/03/2015)
Stò provando da qualche giorno la nuova Lyra Kleos SL (che sostituisce la Helikon) con lo Uesugi 5L. A breve posterò considerazioni su questa accoppiata. Posso anticipare la grande sinergia tra Lyra e Uesugi che si rinnova anche col la Kleos SL.